• La Cornamusa di Paolo

St Patrick's day (2.3)

Continuando la ricerca sulla festa di San Patrizio, oggi vediamo come si è svilupata tale tradizione... cominciando dall'America.


Sembrerà strano ma l'evento principale del calendario irlandese non nasce in Irlanda, ma vede i primi festeggiamenti a Londra e in America. Il primo incontro di irlandesi in onore di San Patrizio risale al 17 marzo 1737 a Boston. Nonostante oggi la festa di San Patrizio sia strettamente legata ai cattolici, è bene precisare che allora i protagonisti dei primi festeggiamenti furono dei Protestanti irlandesi emigrati in America e che, nella maggior parte dei casi, i cattolici erano rigorosamente esclusi. Solo più tardi, tra il XIX e il XX secolo, i cattolici si unirono alle celebrazioni del St Patrick's Day.

La prima parata in onore di San Patrizio si tenne a New York nel 1762: un gruppo di soldati irlandesi si stavano dirigendo a festeggiare il St. Patrick's Day in una taverna, quando decisero di marciare dietro la loro banda e mostrare i loro stendardi reggimentali. Lo spettacolo deliziò a tal punto passanti e spettatori che da allora il 17 marzo vide sempre gli irlandesi d'America marciare a ritmo di melodie tradizionali irlandesi.

Anche durante la Guerra d'Indipendenza Americana furono portate avanti le celebrazioni del 17 marzo.


Il 17 marzo 1776 i Britannici liberarono la città di Boston e George Washington invitò i ribelli americani a prendere possesso della città, mentre nel 1778 l'esercito di Washington celebrò il St Patrick's Day presso la Valley Forge.


Nel XIX secolo, durante la Grande Carestia che colpì l'Irlanda, milioni di irlandesi emigrarono in America per sopravvivenza e la mancanza di casa si trasformò presto in nostalgia. Perciò il St Patrick's Day sembrò l'occasione perfetta  per unirsi e celebrare la propria nazionalità. L'esempio militare aveva mostrato l'efficacia di marciare dietro a una banda al ritmo di ballate irlandesi, quindi nacque l'usanza di metter su una parata tinta di verde per alimentare lo spirito patriottico.


Nel XX secolo le nuove generazioni di irlandesi d'America sono ormai parte integrante della società americana e festeggiare il St Patrick's Day non serve solo a vantare le proprie origini, ma anche a celebrare l'integrazione di successo nella società ospite. Oggi il St Patrick's Day è celebrato in tutto il mondo: USA, Canada, Australia, Francia, Argentina, l'isola caraibica Montserrat, Russia, Giappone. Anche in Gran Bretagna l'impegno di un'enorme quantità di persone di origine irlandese ha introdotto l'usanza dei festeggiamenti del 17 marzo.

E in Irlanda ? Le prime parate risalgono al tardo Ottocento, nate dal crescente nazionalismo dell'epoca. A differenza dei festeggiamenti americani, il St. Patrick's Day in Irlanda è nato come festa religiosa: sembrerà assurdo, ma fino agli anni '70 i pub avevano l'obbligo di chiudere il 17 marzo!


Il primo St Patrick's Day ufficiale ebbe luogo in Irlanda nel 1996 e durò un solo giorno. Nel 1997 durò tre giorni e dal 2000 sono quattro o più giorni non-stop a base di teatro, spettacoli di strada, fuochi d'artificio, concerti, cortei carnevaleschi e gare di vario genere, culminanti nella parata che ovunque si tiene il 17 marzo.


La ricorrenza si celebra in casa o al pub con gli amici, indossando un indumento verde (il colore del trifoglio e simbolo della stessa Irlanda) o bevendo una pinta di birra verde (tipica per questa occasione). La tradizione vuole che tutti indossino il trifoglio d'Irlanda il giorno di San Patrizio!

Il 17 marzo porta fortuna trovare un quadrifoglio (il doppio della fortuna che porterebbe se trovato in un giorno qualunque) e vestirsi di verde (in Irlanda i bambini a scuola imbrattano di verde i compagni non vestiti ad hoc per l'occasione!).


Per gli irlandesi bastano solo due ingredienti per assicurare una notte di "craic" (divertimento): la musica e il bere. E per chi ha deciso di passare il San Patrizio con loro sa già che questi due ingredienti certo non mancheranno.


0 visualizzazioni

© 2019 by LaCornamusaDiPaolo - Roma - Italia. Proudly created with Wix.com